• info@bebilsonaglio.it
  • +393408654387

Palermo e "Il Sonaglio" • Beb il Sonaglio

Si risveglia il sogno sui tetti della Cattedrale arabo-normanna di Palermo, sorta sulle catacombe paleocristiane, un tempo grotte ipogee. Il mare si riunisce ai due fiumi  Papireto e Kemonia, e sorge Zyz, il Fiore-Stella, oggi Palermo.

 

Il Mare dove è nato il Fuoco e le acque dolci che sgorgano dal ventre della Terra continuano ad alimentarlo. Tutto ciò è oggi apparentemente occultato e ricoperto dall’uomo, e continua a circolare nell’invisibile ….

In questa cornice descritta nei dettagli da scrittori e poeti, nasce, in un punto nevralgico della città di Palermo il B&B Il Sonaglio, situato in una posizione centralissima,  a circa 200 metri dell’antico Teatro Politeama, vero fulcro della città di Palermo, a pochi passi dalla da Via Libertà  e via Ruggiero Settimo. La posizione consente di aprire diversi scenari della città, offrendo ai visitatori la possibilità di visitare anche a piedi i monumenti più importanti: musei, chiese ed i stupendi mercati caratteristici,  antico sfarzo dell’epoca araba-normanna.

Facile l’accesso al capolinea delle linee urbane per località balneari come mondello,  che per le nostre spettacolari riserve naturali di Capo Gallo; e per  gli itinerari verso il duomo di Monreale e il Santurario di S. Rosalia.

Il BB è ubicato anche a circa 500 metri dal porto dove si può accedere ai traghetti che partono ogni giorno per la riserva  naturale dell’isola di Ustica

Di sera potrete scoprire  gli incantevoli  vicoli dei dintorni,  assaporando atmosfere romantiche e piene di vitalità. Scenari diversi, ma che convergono in un’unica parola: vero relax!!!!

Questo è  il punto di partenza ideale per compiere qualsiasi tipo di viaggio vogliate fare: studio,  lavoro o vacanza, e perchè no  unire il lavoro ed una vacanza insieme,  alla scoperta di una città dai mille volti che vi sorprenderà e vi incuriosirà per le innumerevoli possibilità che offre al visitatore.

Il nome del B&B prende ispirazione da un libro di Andrea Camilleri, tratto dalla sua più grande opera che si snoda una trilogia che egli stesso definisce così: “il meglio di me risiede in questa trilogia fantastica”. CAMILLERI,  grande esponente della letteratura  contemporanea che meglio ha descritto le caratteristiche pecuniari della Sicilia e dei siciliani; raccontando, tra le pagine dei suoi innumerevoli libri, colori e sapori di chi vive in una terra ricca di contraddizioni ma soprattutto splendida nelle sue differenze, differenze che hanno reso Palermo un vero miscuglio di culture.

Camilleri, uno  tra i molti artisti siciliani,  che meglio ha saputo rendere tangibile le sensazioni di chi non conosce la Sicilia, ma ne sente fortemente le origini e le radici della propria cultura. Chi non c’è stato ha voglia di venirci, chi l’ha vista non può non ritornarci.

La Sicilia ha sempre ispirato i suoi visitatori, molti ce l’hanno trasmesso attraverso le parole e le loro opere; ha ispirato poeti e artisti di tutte le nazioni del mondo. Chi l’ha solo vissuta da visitatore, chi invece ci è nato in questa terra dai mille colori.